Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘alice viviani’

Alice Viviani, Lo specchio dell'anima, 2009

Alice Viviani, Lo specchio dell’anima, 2009

Alice Viviani (Trieste, 1989): la tua formazione presso l’Istituto Statale d’Arte “Enrico e Umberto Nordio” di Trieste è stata anzitutto pittorica. Perché hai poi scelto la via del mosaico approfondendo questo discorso sino a diplomarti nel 2011 presso la Scuola Mosaicisti del Friuli?

Ho conosciuto il mosaico già all’età di sette anni quando la maestra delle elementari ha portato me e la mia classe a visitare la Scuola Mosaicisti del Friuli. Una volta tornata a casa non parlavo d’altro, così mio padre ha avuto un’idea geniale: ha preso un tappetino di gomma della nostra automobile e ci ha colato dentro del gesso: sono venute fuori delle tesserine quadrate che poi io ho dipinto e tagliato per creare dei mosaici. Quindi, a modo mio, già a quell’età ero una mosaicista! Prima ho frequentato l’Istituto d’Arte dal quale ho appreso le tecniche pittoriche e poi mi sono dedicata al mosaico. 

Alice Viviani, La Grafica, 2011

Alice Viviani, La Grafica, 2011

Pittura, acquaforte, lavorazione del vetro e, naturalmente, mosaico: questi, ch’io sappia, i tuoi approdi espressivi. A Ravenna, al premio GAEM 2011, avevi presentato un’opera significativamente intitolata La grafica, in cui davi un’interpretazione dendrocronologia singolare, con la sezione d’un tronco d’albero “secolare” (vista l’ampiezza del diametro di circa 2 metri) formata in realtà da sassi disposti concentricamente nella zona centrale, da foglietti arrotolati e matite colorate nella zona mediana ed elementi elettronici di computer nella parte più esterna, in una sorta di excursus della storia grafica umana, dagli albori alla corteccia virtuale attuale. Vorrei che parlassi liberamente della tua poetica, della tua ricerca in generale, con esempi tratti da tue opere, e del tuo rapporto col mosaico in particolare. 

Io ho un’idea di mosaico molto tradizionale: mi piace usare i marmi e gli smalti e quindi con quest’opera ho provato ad andare oltre. In realtà, sono ancora alla ricerca di me stessa, sono appena agli inizi e sto ancora cercando di trovare il mio stile. La cosa che mi affascina di più però è l’umanità e il suo cambiamento nei secoli, come, ad esempio, in base all’epoca in cui siamo cambino le priorità e i valori. Ecco, vorrei cercare di rappresentare attraverso il mosaico i sentimenti e l’animo umano.

Alice Viviani, Riflesso, 2011

Alice Viviani, Riflesso, 2011

Progetti attuali o futuri che vorresti realizzare?

Di progetti ne ho sempre tanti in mente, ma oggi come oggi è difficile dedicarsi totalmente all’arte, anche se sarebbe il mio sogno. Purtroppo bisogna fare delle scelte e dei sacrifici. Comunque, visto che mi appassionano sia il mosaico che la pittura, vorrei integrarle il più possibile e magari in futuro riuscire ad avere uno studio mio. 

Contatti: aliciottolina@yahoo.it

Alice Viviani, Copia di una vetrata di Arrigo Poz, 2010

Alice Viviani, Copia di una vetrata di Arrigo Poz, 2010

Annunci

Read Full Post »