Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘marilynne robinson’

Quando ci alzammo per andarcene, Sylvie si tolse il cappotto e me lo mise addosso. Lo chiuse fino in cima, fino all’ultimo bottone, e mi tirò sulle orecchie il grande bavero maschile. Poi mi circondò le spalle con le braccia e mi guidò verso la spiaggia con estrema premura, come se fossi cieca o potessi cadere. Sentivo che provava piacere nella mia dipendenza, e più di una volta si piegò a guardarmi in faccia. La sua espressione era intenta e concentrata, senza ombre di distacco o di pura cortesia. Era come se stesse studiando la propria faccia allo specchio. Mi faceva infuriare che mi avesse lasciata sola così a lungo, e che non mi avesse chiesto scusa né si fosse spiegata. E che, abbandonandomi, si fosse arrogata il potere di elargirmi tanta grazia. Infatti indossavo il suo cappotto come una beatitudine, e le sue braccia intorno a me erano altrettanto confortanti della misericordia, e non avrei detto niente che le facesse allentare la stretta o la facesse allontanare di un solo passo.

Marilynne Robinson, Le cure domestiche, Torino 2018, p.144.

 

Annunci

Read Full Post »